30 Rock & the Sims

30 Rock serieE’ un po’ di tempo che a casa come intrattenimento da “ora dei pasti” abbiamo scelto 30 Rock, serie televisiva americana ideata da Tina Fey (ne è anche protagonista). Ogni episodio è costellato di battute esilaranti, stupidine, ma allo stesso tempo geniali! Vi consiglio di guardare qualche puntata e una volta entrati nel mondo di 30 Rock sarà difficile uscirne. Altro

R per Revenge

E’ arrivato il momento di presentare la serie Revenge trasmessa da Fox Life!revenge Inseribile sia nel genere giallo che nel drama, si tratta di un telefilm con una trama piuttosto intricata.

Protagonista Emily Thorne (Emily VanCamp già vista in Everwood e Brothers&Sisters), una giovane ragazza trasferitasi negli Hamptons per un motivo ben preciso: la vendetta. Come ormai abbiamo imparato da film, telefilm e gossip, si tratta di una cornice  frequentata principalmente da benestanti che amano passare negli Hamptons le vacanze estive o i fine settimana. E quando ci sono di mezzo protagonisti ricchi tutto è possibile (una furbizia che gli sceneggiatori amano molto). Altro

Emmy Awards 2011:i vincitori finalmente!

Vi avevo già comunicato le nomination di questa 63esima edizione degli Emmy Awards. Finalmente abbiamo scoperto i vincitori, in una frizzante serata condotta dalla strepitosa Jane Lynch.

Prima dello show guardare ijane lynch emmyl red carpet è di rigore. E’ il momento di sapere come sono vestite, pettinate e truccate le star. E quest’anno sono state molte le attrici che hanno preso la situazione alla lettera scegliendo un abito rosso (persino l’intervistatrice americana). Alla faccia dell’originalità! Juliana Margulies (la protagonista di “The Good Wife”) di bianco vestita, non mi ha entusiasmato molto. Anche la pettinatura non mi sembrava adatta a lei. Brutto il vestito di Gwyneth Paltrow e troppo semplice quello di Katie Holmes (ma da lei non mi aspettavo di più). Le mie preferite invece: la scintillante Evan Rachel Wood, la super formosa Sofia Vergara e la sempre impeccabile Heidi Klum. Vi lascio il link alle foto ufficiali se siete curiosi!   Altro

Una strana adolescente dai capelli rossi

E’ in onda dal 5 luglio la seconda stagione di “My life as Liz”. Si tratta di un telefilm americano incentrato sulla vita di Liz (appunto), una ragazza nerd, anticonformista e in continuo contrasto con il gruppo delle ragazze “in”. Le riprese sono svolte sulla falsa riga del reality show, perciò la telecamera segue da vicino i protagonisti catturando i loro stati d’animo. Sono presenti, anche delle scenette alla “Ally McBeal” per intenderci, dove la protagonista si rivolge direttamente allo spettatore. Liz si trova ad affrontare tutti i problemi di chi, in ambiente scolastico, non vuole uniformarsi alla massa. Ma può contare sul suo amico Shully che è sempre disposto ad ascoltarla e a starle vicino. La seconda stagione, appena cominciata in Italia, cambia ambientazione e si trasferisce da Burleson (Texas)  a New York. Qui Liz sta frequentando una scuola d’arte, ma deve fare i conti con la lontananza da casa e affrontare le problematiche del radicale cambiamento di vita. Sono curiosa di vedere come se la caverà! Altro

C come Cambiamento

Qualche giorno fa ho inserito un nuovo telefilm tra quelli attualmente in visione: The Big C. Trasmesso da Sky tutti i martedì sera, la serie ha come protagonista Cathy un’insegnante alla quale hanno diagnosticato un melanoma. Come reazione alla malattia decide di riprendere in mano la sua vita e apportare i giusti cambiamenti per potersi godere il tempo che le rimane. Riscopre così tutto ciò che finora ha lasciato da parte: non è più tempo di sacrifici. E’ il momento invece di riscoprire l’allegria, la spensieratezza e l’appagamento. E’ giusto cambiare tutto in meglio per se stessa. Mi chiedo però: c’è bisogno di un trauma per reagire ad una condizione insoddisfacente? E’ necessario sapere che ci rimane poco tempo, per apprezzare la vita stessa e scoprirne i piaceri? La prima scelta di Cathy è quella di ricominciare a mangiare le cipolle. Suo marito, un eterno bambino con il quale al momento è in crisi, non le sopporta e per questo lei aveva acconsentito a rinunciarvi. Mangiare una cipolla è un piccolo gesto che la porta a risentirsi viva, a riscoprirsi sotto l’ingessatura di una vita standardizzata. Perciò  troviamo il coraggio di cambiare la nostra situazione se non ne siamo soddisfatti. Cerchiamo di capire se le strade percorse finora hanno fatto in modo di seppellire noi stessi sotto un accumulo di imposizioni. Guardiamoci allo specchio e cerchiamo di capire se siamo veramente noi lì davanti. Qualche sacrificio in meno, non sarà un danno. Chi ci vuole bene è sempre contento di vederci felici.

“La nostra unica sicurezza è l’abilità di riuscire a cambiare”  John Lilly (è stato uno psicanalista e neuroscienziato)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 579 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: